Dirigente Scolastico


Prof.ssa Alessandra Di Giuseppe

Recapiti: alessandra.digiuseppe@istruzione.it

La Dirigente Scolastica è presente in Istituto tutti i giorni.

Riceve, preferibilmente previo appuntamento telefonico,

dal martedì al giovedì, dalle 10.00 alle 12.00

(prenotazione presso la segreteria

 

Funzioni e compiti del Dirigente Scolastico

Le competenze e i compiti del Dirigente Scolastico sono stati potenziati dalla Legge n. 107/2015, “La Buona Scuola”, che ha dato piena autonomia alle Istituzioni scolastiche; le funzioni, ivi indicate, hanno trovato conferma nell’art.52 del CCNL 2016/18 che rinvia all’articolo 25 del D.lgs. 165/01, in virtù del quale, il Dirigente:

  • Assicura la gestione unitaria dell’Istituzione e ne ha la legale rappresentanza;
  • È responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio;
  • Ha poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali;
  • Organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative;
  • È titolare delle relazioni sindacali.

Relativamente ai Processi di insegnamento/apprendimento, oltre a quanto previsto dal D.lgs. 165/2001, il Dirigente Scolastico, promuove, nel rispetto della libertà di insegnamento e dell’autonomia professionale dei docenti, valorizzando le risorse umane e favorendo la partecipazione, il dialogo e la collaborazione tra le componenti dell’Istituzione scolastica e con tutti gli attori sociali, culturali, professionali ed economici del territorio:

  • L’attuazione del diritto all’apprendimento degli studenti;
  • La qualità dei processi formativi.

Compiti specifici, derivanti dalla gestione della Scuola, sono: 

  • La presidenza del Collegio dei Docenti, dei Consigli di Classe, del Comitato di Valutazione e della Giunta esecutiva del Consiglio di Istituto;
  • L’esecuzione delle delibere di questi organi collegiali; 
  • Il mantenimento dei rapporti con l’autorità scolastica centrale e periferica (Ministero e USR Marche); 

La formazione delle classi, il ruolo docenti, il calendario delle lezioni (in sede di Collegio dei Docenti con apposita delibera).